BIORIVITALIZZAZIONE

La “Biorivitalizzazione” consiste in un trattamento medico curativo più che correttivo attraverso il quale vengono reintegrate le sostanze, normalmente presenti nel derma - quali acido jaluronico, vitamine, sali minerali, aminoacidi - che il nostro organismo non è più in grado di produrre in quantità adeguata, a causa del processo di invecchiamento cutaneo.
La diminuizione del turnover cellulare e della produzione di tali sostanze provoca progressivamente la comparsa di rughe, perdita di idratazione e turgore, iperpigmentazione e diminuzione dello spessore cutaneo. Il progredire dell’età crea una riduzione dell’attività del microcircolo e dell’apporto di ossigeno e di sostanze nutritive ai tessuti.
La “Biorivitalizzazione”, mediante programmi totalmente bio-compatibili, che non necessitano di test preliminari e non interrompono la vita sociale, indicati per tutti i tipi di pelle e per tutte le fasce di età, crea un’opportuna stimolazione cutanea e va ad integrare proprio i singoli “mattoni” per la ricostruzione del derma cutaneo, ridonando così turgore, luminosità, idratazione, elasticità alla pelle, con risultati visibili fin dalle prime applicazioni.


Sedi:

  • viso

  • collo

  • decolletè

  • mani

  • regione peri-ombelicale

 

Il programma, pur personalizzato a seconda dell’età e delle condizioni del derma, prevede in media 4-6 sedute iniziali, con cadenza quindicinale, da ripetere 2-3 volte l’anno o da abbinare ad un successivo mantenimento con cadenza mensile.
Tali sedute possono essere integrate da eventuali peelings preparatori all’acido glicolico, mandelico, salilicilico (a seconda del tipo di pelle), impiego di veicolatori transdermici (Hydrofor) e iniezioni di acido jaluronico in forma di filler, secondo tecniche ormai standardizzate dalle più importanti scuole di medicina estetica.